Le cento lire di Rosennano

E’ una felice sorpresa ritrovare intatto un piccolo paese a cavallo fra il Chianti e la Berardenga dopo la sbornia edile degli anni ’90 che ha finito per svilire, se non violentare piccoli borghi, pievi e castelli, case coloniche di questa sempre più finta e patinata Toscana.

Rosennano esula da tutto questo e permette di raccogliere belle storie da raccontare, come gli olandesi che si stabiliscono in una chiesa sconsacrata all’inizio del paese, ma nei secoli adibita a cimitero, la casa padronale con a lato il frantoio con il cartello vendesi che sono un tuffo in ciò che eravamo architettonicamente, la Diocesi di Arezzo che vorrebbe vendere l’altra chiesa e che un tedesco vorrebbe soppalcare per farci un pub – birreria.

Poi c’è Laura con i suoi bambini che giocano felici fra le stradine del borgo e racconta la storia della sua famiglia che nel 1989 prende una casa, la restaura con pregevole gusto e stile di conservazione e apre un’atività turistica senza piscina (in montagna l’acqua era preziosa) e accoglie persone desiderose di riposo, silenzio, passeggiate, letture e punto di partenza per itinerari nelle città d’arte dei dintorni. Casale Rosennano.
E poi ci sono le cento lire inchiodate in terra davanti la bottega che veniva gestita da un piccolo uomo di nome Amaddio, piccolo di statura, ma di grande avarizia che ogni volta passava provava con gran fatica a liberare dal chiodo e mettere in tasca.
La bottega è chiusa, Amaddio è volato in cielo, ma le cento lire, a dispetto dell’entrata in vigore dell’euro, a Rosennano hanno sempre valore.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Berardenga, Federica, Fotografie 2015, persone e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Le cento lire di Rosennano

  1. Daniela ha detto:

    Bel racconto e belle immagini…… domenica voglio andare a Rosennano.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...