Cacchiano in giallo

Strano vedere un antico castello intonacato di giallo come un condominio dell’Osmannoro, ma non dipende da una fuorvianza architettonica nè da un colpo di sole.
Sulla facciata si è schiantato in volo il canarino Titti inseguito come una furia da gatto Silvestro…. il risultato è ben evidente.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2015 e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Cacchiano in giallo

  1. filippo cintolesi ha detto:

    Per questa ritinteggiatura recente (ma ormai gia’ di qualche anno) di Cacchiano da tanti vituperata, devo spezzare una lancia: trovo molto corretto e filologico tinteggiare di un colore come quel giallone (o altri, sicuramente non meno suscettibili di stimolare strali polemici).
    E’ sicuramente piu’ rispettoso di quel che era un’intonaco cosi’ tinto che non una facciata di conci a vista, magari con le fughe ristuccate con una bella malta di cemento portland.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...