Il pollo del Valdarno

Piumaggio bianco, cresta e bargigli rossi, orecchi gialli, tarsi che tendono all’arancio che risaltano fra l’erba verde, ambiente naturale in cui razzola e vive.
E’ una razza rustica che rifugge la clausura e predilige la libertà nella campagna fra orti, oliveti e prati dove pascola, vive, si fortifica, alimenta e affina il suo sapore.
Si nobilita fra i 4 e i 6 mesi all’aria aperta e diventa una prelibatezza gastronomica dalla carne compatta e saporita.
Leggermente diverso da quei polli tutto petto che girano nei banchi gastronomia dei supermercati farciti di tanto sale, ramerino, salvia e aglio per renderli appetibili.
Ne sa di più Laura Peri.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, cose buone dal mondo, Fotografie 2015 e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Il pollo del Valdarno

  1. silvana ha detto:

    a me pare un pollo da compagnia, più che un appuntamento gastronomico …. è un bellissimo animale!

    Mi piace

  2. Andrea Pagliantini ha detto:

    Concordo Silvana, lo prediligo come compagno al posto di Renzi e compagnia.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...