Archivi del giorno: 20 febbraio 2008

Ore 7e40 (- 7°)

Mattine croccanti, orecchie si sbucciano dal freddo. Tramontana sibila nel portico e conza il cuore, passi zoppi lenti nel movimento e nell’oggi. Ci sei tu, caldaia mia e allora non sento nè freddo, nè vino che manca. C’è il tuo … Continua a leggere

Pubblicato in ammare | 3 commenti