Io che……..

stretto.jpgfragola-rrossa.jpgannona.jpg

Non è dalle spume delle acque di Cipro che nasci.

Il miracolo è nelle correnti parsimoniose dello stretto,

frutto di una conchiglia di perla grigia

ovattata di morbida lana,

di sogni tuo sonno arretrato,

di scheletro di ferro battuto.

Ogni giorno questo miracolo,

la natura è si bella

nelle forme e nel volto che ti ha dato.

Appena larga, di cuscino morbido

di quarta aperta, di occhi sgranati color caffè.

Ruvida quel tanto che serve,

ma dal ripieno candito.

Rubo parole.

A Sergio e Fiorella che ci sono cari.

“Io che………………

…….amo solo te.”

Ma un ti montar la testa.

Addopo.

Questa voce è stata pubblicata in ammare. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...