Loredana Raciti e il condizionatore inutile di Amelia

Loredana Raciti è una splendida signora e un’artista quotata e affermata, che ha esposto le sue opere in ogni angolo d’Italia e del mondo.

Ad Amelia, in provincia di Terni, ha rispolverato e sanificato un picolo e delizioso appartamento sul retro di un palazzo storico, nato per volontà di un vescovo, esponente della famiglia Petrignani, protettore del giovane Caravaggio.

Improvvisamente, si è vista piombare (senza avvertimento, senza che lei fosse presente) nella sua piccola corte (dove accedono alle abitazioni altre persone) il poderoso e mastodontico motore di un condizionatore, che successivamente ha appreso essere necessario al mantenimento dei locali e delle opere lì esposte, nella Sala dello Zodiaco,, usata spesso come luogo di rappresentanza.

C’è un po’ di ottusità da parte delle autorità comunali che curano la salvaguardia della Sala dello Zodiaco e delle sale di pregio del Palazzo: un po’per il luogo dove quell’armadio di ferro è stato piazzato, un po’ per la necessità effettiva (dato che mai è stato utilizzato) un po’ per il frastuono che genera in un centro abitato.
Un motore del genere, se acceso, terrebbe sveglia una buona parte degli abitanti del centro storico e averlo piazzato in quel cortile, senza mai averlo acceso, lascia qualche dubbio sulla sua reale necessità.

Questa voce è stata pubblicata in andrà tutto bene, Arte e curtura, Federica, Fotografie 2021, italians, La Porta di..... e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...