Un muro a ricordo della “Legge truffa”

legge truffa berardenga

Una scritta sul muro di una casa nel capoluogo della Berardenga, che resiste dal lontano 1953, quando la coalizione governativa (Dc – Psdi – Pri – Pli – Psd’a – Svp) alle elezioni di quell’anno, si era presentata in un blocco compatto, con la speranza dell’ottenimento del 50% dei voti più uno, per ottenere il premio di maggioranza che avrebbe assicurato il 65% dei voti.
La cosa non andò in porto per poco più di 50.000 voti e le opposizioni, battezzarono questo tentativo di sistema elettorale maggioritario come “Legge truffa“.
La quale abortì subito dopo e si ritornò a un sistema elettorale proporzionale, con una lista di candidati dei vari partiti a cui scegliere di dare la preferenza.
Questa scritta, che ancora resiste è un pezzo di storia sociale, politica e civica da coltivare e studiare, oltre che da custodire, anche se, c’è da dire, che la vernice con cui è stata vergata, era davvero di orrima qualità.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Berardenga, Federica, Fotografie 2021, italians e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...