Berardenga: su Chiantisette il concordato villa Chigi Saracini

Sul settimanale Chiantisette attualmente in edicola, il sempre vigile Claudio Coli scrive un breve articolo di rimembranza sulla vicenda Villa Chigi Saracini e di conseguenza sulla Sansedoni Immobiliare, (della galassia MPS), che detiene nel suo carniere il possesso di costruzione, monumenti e giardino, il tutto lasciato fra incuria e  licheni sui marmi.

A questo punto si tratta di stabilire con i creditori se rifinanziare attraverso una società inglese, Golden Arrow, le rinsecchite casse societarie e poi stare alla sorte di come finirà la storia e l’esito della storica magione.
Di parlare di futuro pubblico, per un rilancio e uno sviluppo sociale e culturale del borgo la ospita, è puro sogno da alchimisti.
Provare a visionare carte e prospettive, non pregiudica nessuna decisione, ma c’è il fatto che da anni, nel paese delle auto in sosta dove non devono, si è smesso di sognare più forte del russare di notte.

Questa voce è stata pubblicata in andrà tutto bene, Berardenga, Cartoline dalla Berardenga, Etruscany, Fotografie 2021, La Porta di..... e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Berardenga: su Chiantisette il concordato villa Chigi Saracini

  1. midolla ha detto:

    Qua sono rancorosi e permalosi come in nessun’altra parte al mondo… se poi si toccano i tasti MPS anche solo di striscio, sale la pressione 🙂

    "Mi piace"

  2. Andrea Pagliantini ha detto:

    E’ storia passata quella di MPS, allo stato attuale nessuno chiede l’impossibile, ma solo di valutare serenamente se riuscire a ridonare alla comunità un bene proprio, e capire se è possibile farlo girare culturalmente, socialmente ed economicamente, senza per forza farlo diventare un peso per la collettività…. solo provare a capire se è possibile.

    "Mi piace"

  3. cinzia ha detto:

    Se fosse possibile, il paese rifiorirebbe e potrebbe veramente pensare a un futuro….

    "Mi piace"

  4. mauro ha detto:

    Almeno provarci, sennò si finisce sempre per campare di rimpianti e dell’elenco delle cose che c’erano una volta

    "Mi piace"

  5. Pingback: Concerto per l’Italia dell’Accademia di Santa Cecilia | Andrea Pagliantini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...