Il cedro monumentale di Badia a Coltibuono

Sono 160 gli anni di vita di questo magnifico cedro del Libano, valutati quando, nel 1985, per una gravosa nevicata, alcuni grossi rami si spezzarono e vennero contati gli anelli.
Il più grande della provincia di Siena, sicuramente il più bello e maestoso della Toscana, posto nel comune di Gaiole in Chianti, presso l’antica Abbazia di Coltibuono, soppressa in epoca napoleonica e poi rilevata nel 1848 dal banchiere Michele Giuntini, antenato degli attuali proprietari.
Importante la visita, opportuno sotto di esso pensare che, sotto quei palchi di rami, le vite umane e terrene, si manifestano in esso, nella composizione di pochi anelli che sono di fatto la nostra vite, mentre il cedro si innalza in altezza e larghezza.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2020 e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il cedro monumentale di Badia a Coltibuono

  1. Roberto Stucchi ha detto:

    Grazie Andrea, la nevicata era quella del 1982 e gli anni 160 allora, quindi 198 ora!
    Roberto

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...