La chiesa di San Biagio e il cardinale Bellarmino

Edificio a croce greca realizzato da Antonio da Sangallo nella metà del 1500, completo di organo a canne e prato ben innaffiato e rasato all’esterno.
Su di esso si aggira incombente il ricordo di un cittadino illustre, che fin dalla tenera età mostrava una naturale predisposizione alla carriera religiosa, invogliata da un genitore che economicamente non messo più bene, pensava a un risollevamento delle sorti con un figlio vestito da prete.
Roberto Bellarmino studia dai gesuiti appena giunti a Montepulciano, poi compie vari studi in altre città, arrivando fino in Belgio, dove viene consacrato sacerdote.
Si salta volentieri tutta la carriera che lo porta a diventare cardinale nell’ultimo anno del ‘500, il che lo porta a conoscere il famoso Giordano Bruno impiombandone le tesi che lo porteranno all’arrosto e successivamente Galileo Galilei a cui opponeva l’inviolabilità delle scritture delle Bibbia alle tesi scientifiche dello scrittore.

Di Giordano Bruno si ricordano scritti, film, una piazza a Roma con monumento, a Galileo oltre l’effige sul biglietto da 2000 Lire, si ricordano  invenzioni, canocchiali, osservazioni astronomiche, e viene considerato il padre della scienza moderna.
Montepulciano ricorda il suo illustre concittadino con una lapide bersagliata dai piccioni apposta nella casa natia.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Etruscany, Fotografie 2020 e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...