Le rotoballe di fieno e di pecorino di Torre a Castello

C’è un campo dove sono state ammassate decine e decine di rotoballe di fieno, poco prima dell’abitato di Torre a Castello, nel comune di Asciano, ingresso alla meraviglia delle Crete.
Alcune di queste rotoballe vengono aperte per consentire l’affinamento nel fieno del cacio, il Cacciaconte, l’ottimo pecorino realizzato dal Caseificio La Fonte.
Parte del fieno viene macinata, stile foraggio, per rivestire la crosta della forma e per dare ancora più profumo e per mostrare al cliente il percorso di affinamento.
L’intensità dell’aroma che investe la stanza in cui viene aperto il pecorino è un brivido di latte, di erbe, di fieno e di stagioni che si ripetono nel romanticismo ondulato delle Crete.
Il pane fresco, un filo d’olio, un granello di pepe, un bicchiere di sangiovese, rendono omaggio a una delizia alla portata di tutti.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Berardenga, cose buone dal mondo, Federica, Fotografie 2019 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...