San Vincenti nel Chianti

Rimane sopraelevato e sospeso sulle foglie di quercia e di castagno come un’isola nella corrente in un mare verde.
La civiltà dell’addolcimento è arrivata anche in un luogo bello, ma ai margini come lo è San Vincenti: l’ingresso del paese parla chiaro, una piscina sinuosa sotto strada, adagiata presso una struttura recettiva leccata da una mucca, guarnita di una ringhiera tozza e priva di eleganza che ben si incastra.
La chiesa intatta, con l’edera e i vetri rotti di ordinanza, come spesso avviene nelle pievi con poco gregge, i soliti cipressini piantati freschi davanti l’ingresso per ricordare che siamo in Toscana.
Muri e cancelli tirati innanzi negli anni, isole nelle isole di villeggianti rinchiusi a casa, come in vacanza, il risplendere al sole dell’alberese a filaretto della pieve romanica.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Etruscany, Federica, Fotografie 2019, La Porta di..... e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...