Davanti San Vito, la sulla senza Carducci

Andando a San Vito, senza i cipressini di quel trombone antanista del Carducci, ma con dei filari di sangiovese e alicante alternati da una cascata fucsia di sulla.
Ed è bello perdersi in questo mare oscillante con un cielo plumbeo che ne intensifica la forza espressiva del colore, con un orizzonte di rare case, vigne, boschi, inizio di crete e colline in fondo al quale luccica il bianco del duomo e la torre di Siena.
Rari papaveri mescolati come speranze, una chiesa avvolta da spine e abbandono.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Berardenga, Federica, Fotografie 2019 e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...