Siena: il degrado del lago dei cigni ai giardini della Lizza

Chiunque è stato bambino fra Siena e dintorni, vanta sicuramente qualche ricordo o qualche ora passata a guardare i cigni del laghetto dei giardini della Lizza.

Anche adesso, che il mondo pare stravolto, schizza più veloce e l’elettronica ha stravolto i rapporti umani e il modo di comunicare, ci sono tante mamme che, forse memore di essere state portate a loro tempo ai giardini, portano i piccoli a vedere il cigno nero e il cigno bianco al laghetto della Lizza.
Zona centrale di Siena, dove il monumento a Giuseppe Garibaldi è ridotto a birreria con conseguente deposito di bottiglie vuote e dove, poco più avanti, al laghetto dei cigni, regna l’incuria e la sporcizia di foglie di leccio che cascano nell’acqua e in terra e non vengono mai tolte, guano mai spazzato, sedili pieni di terra, di foglie, di quell’incuria e con quell’indolenza che hanno i cittadini nel non prendere posizione, e gli amministratori nel fare finta di niente, badando solo alla “buona” comunicazione.

Con l’amore e la cura del bene pubblico che va a farsi benedire.

Questa voce è stata pubblicata in Etruscany, Federica, Fotografie 2017, italians, La Porta di..... e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...