Lacrime di vite, fiori rosa, fiori di pesco

Uno sbadiglio di gatto, un istante di sonno al tepore del sole e cambia la percezione del mondo, o di quel piccolo spicchio dove dal niente si illumina per la forza della luce e del calore quell’insieme di fiori, di foglie, di bizze del clero che da millenni hanno preso per idolo uno strano capellone.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2017, La porta di Vertine, persone e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...