La poltrona abbandonata vista cantina del Castello di Meleto

La piazzola di fronte alla cantina del Castello di Meleto, non è nuova all’odiosa pratica dell’abbandono dei rifiuti di ogni genere accanto ai cassonetti.

Da poco è comparsa una poltrona di stoffa da salotto retrò, dalla quale si possono ammirare le operazioni di vinificazione e l’andirivieni di trattori e carrelli d’uva presso la cantina.

Accanto gusci di dvd dai titoli esotici, damigiane sculate, residui di calcinaccio sparsi per la piazzola che le danno un tocco di perenne cantiere in allestimento.

Questa voce è stata pubblicata in Chianti Storico, Etruscany, Fotografie 2016, italians, La Porta di....., Porcate e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a La poltrona abbandonata vista cantina del Castello di Meleto

  1. Laura ha detto:

    Per lavoro o per diletto giro molto all’estero, ma non ho mai visto niente che assomigli a questa specialità tutta italiana…..

    Mi piace

  2. Paola ha detto:

    Servono congegni ottici per immortalare gli autori di questi scempi…… e che non si tiri fuori la tutela della privacy, perche’ chi compie queste azioni merita solo delle belle multe….. poi smettono e ricordano…..

    Mi piace

  3. rocco ha detto:

    Non c’è niente che giustifichi queste azioni di sonora maleducazione. Provo solo a cercare di capire quanto sforzo in più richiederebbe portare questi detriti all’isola ecologica. E, se non proprio una risposta, almeno mi sale una perplessità. Anche io ho svuotato e riordinato la cantina, e salta sempre fuori quella cosa che sembrava indispensabile, e quindi conservata, per poi rivelarsi un inutile raccogli-polvere e spreca-spazio, quindi via! Solo che, l’isola ecologica di Pianella è una scommessa trovarla aperta ma peggio, è gestita da delle…poltrone! Nel vero senso della parola! Personaggi che restano incollati alle loro sedie, generalmente a godersi il pargolo che pedala felice sullo spiazzo, e che, con sforzo sovraumano, al massimo ti indicano dove devi andare a buttare la roba. Io non ti chiedo di svuotarmi l’auto, ma certo se vedi un vecchino che non ce la fa, puoi anche alzarti e darti una mossa. Inoltre sarebbe utile che sia aperta sempre, senza poi lamentarsi se la gente gli lascia la roba davanti al cancello. Pare che l’unico impegno richiesto al personale dell’isola ecologica sia scrivere cartelli di divieti di lasciar la roba. Un po’ poco…

    Mi piace

  4. Andrea Pagliantini ha detto:

    Hai pienamente ragione Rocco; due anni fa venne fuori un episodio divertente presso la discarica di Pianella.
    Per caso, passando nei dintorni di Pievasciata, mi imbatta in un frigo da gelati Algida abbandonato nel bosco.
    Per farla breve, un paio di mesi dopo il frigo era sempre li e con un amico e il suo camioncino un sabato mattina prendiammo e andiamo a levarlo.
    Troviamo anche una carcassa di un vecchio motorino Ciao e tante bottiglie da cognac lì poco distante, carichiamo il tutto e si parte per la discarica di Pianella.
    La signora non voleva che lo scaricassimo perchè era marcato Algida….. l’amico che aveva mola e prolunga sul furgone provvede a levare la scritta dal frigo e allora lo prendono, sia pur dopo tante polemiche….
    E’ tutto raccontato qui sotto, la storia ti assicuro è parecchio divertente 🙂

    http://andreapagliantini.simplicissimus.it/2015/04/08/il-frigo-dei-gelati-abbandonato-nel-bosco-di-pievasciata-consegnato-alla-discarica-di-pianella-che-non-lo-vuole-perche-marcato-algida/

    Mi piace

  5. rocco ha detto:

    che tragedia…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...