L’Eroica 2015, i volti dei protagonisti

E’ indubbio il fatto che ciò muove i pedali di biciclette d’epoca sulle strade bianche della provincia di Siena è una passione innata e uno spirito di sacrificio non indifferente.
“Il bene si fa, ma un si dice e certe medaglie si appendono all’anima, non alla giacca”, diceva Gino Bartali, che di corse in bicicletta ne ha vinte tante, ma le più pregiate le ha vinte sui 173 chilometri della linea Firenze – Assisi, quando faceva la spola portando documenti e foto tessere celati nel telaio della bicicletta permettendo ad una stamperia clandestina di produrre documenti falsi in modo da favorire la fuga degli ebrei dai rastrellamenti nazisti.

Gli Eroici non si muovono nell’Italia delle macerie della guerra, ma nell’Italia delle macerie del consumismo e del paesaggio vilipeso da tante frustate edilizie, pur immerso in panorami ancora intatti che ogni corrididore che partecipa all’Eroica, si porterà nel cuore come ricordo e con la voglia di tornarci.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2015, La porta di Vertine, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...