Il gallo (fatto con cerchi di botte) di Renato Ferretti canta a San Gusmè

Da una massa informe di cerchi di botti privati delle doghe di legno e del vino da custodire, Renato Ferretti intravede una forma da plasmare con l’immaginazione e la saldatrice.
Prende così forma un gallo che prima erano botti e ora canta schietto e felice di fronte a quella porta che fece aprire il Socini Guelfi a San Gusmè per far scorgere ai villici quanto fosse bella e in alto la sua villa – fattoria. Oggi il bravio delle botti nel programma della “Festa del Luca“.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Berardenga, Federica, Fotografie 2015, La porta di Vertine, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Il gallo (fatto con cerchi di botte) di Renato Ferretti canta a San Gusmè

  1. Antonio ha detto:

    L’ho visto dal vivo e pare che ogni mattina canti la sveglia alla gente di San Gusmè!!!

    Mi piace

  2. Pingback: Badia a Monastero e il gallo di Renato Ferretti | Andrea Pagliantini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...