Ripuliamo la buca sotto Vertine sabato 7 marzo alle ore 9

Per ripulire la buca sotto Vertine servirebbe l’intervento del Prefetto Mori con un reparto di cavalleria e una linea diretta con Pianosa, ma prima di far capire a Renzi che Mori non è un terzino giapponese che gioca nella Fiorentina passerebbero mesi e intanto frigoriferi e poltrone per i boschi aumenterebbero a dismisura, mentre i soliti nobili, noti, felpati intrallazzoni avrebbero il tempo per diventare senatori o consiglieri regionali sotto qualsiasi marca.
Sabato 7 marzo alle 9, presso i giardini di via Roma, c’è un concentramento di cuori puri che si adopereranno in maniera volontaria al servizio della comunità andando a pulire il tragitto che dal capoluogo porta a Badia a Coltibuono armati di buonissime intenzioni.
Sacchi della spazzatura che saranno tanti e pieni per una giornata che dovrebbe risvegliare un po’ di orgoglio e un minimo di amore per il luogo in cui si vive.

I sacchi della spazzatura saranno poi vagliati dagli opinionisti delle panchine e dalle donnine della messa delle cinque per risalire a chi ha gettato gli oggetti nella campagna.
Non hanno scampo.

Per informazioni Andrea Provvedi 3939347218 facebook ripuliamo gaiole

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2015, italians, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Ripuliamo la buca sotto Vertine sabato 7 marzo alle ore 9

  1. Lallo ha detto:

    Mi pare un po’ esagerato il ricorso al prefetto Mori per ripulire la buca, i suoi metodi potevano andare bene nella Sicilia degli anni venti e trenta del novecento….. ora i tempi sono un po’ cambiati…

    Mi piace

  2. Monica ha detto:

    Siete fortiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Mi piace

  3. Andrea Pagliantini ha detto:

    @ Lallo

    sono cambiati i tempi, questo è certo, ma sui metodi si potrebbe ricordare che fino a non molto tempo fa c’era una commistione fra ideale e cemento che ha sicuramente portato benefici e potere da gestire ad una ristretta cerchia di persone e poco importa se sono state calpestate leggi o si sono aggirate del tutto.
    Il movimento di denaro che questo ha prodotto, insieme alla compra – vendita di aziende agrarie e intrallazzi vari ha unto le coscienze e messo a riposo la testa di tanti presunti onesti, dei servi e dei pavidi che da sciocchi e insicuri, per non mettersi anche solo con il pensiero di traverso, diventano degli omertosi complici.
    Il clima è cambiato, giovani svegli e non agguinzagliati sono al servizio della comunità e non di chi fa sempre confusione fra ideali e quattrini….
    Comunque resto dell’idea che una passeggiata del prefetto Mori sarebbe salutare per la buca degli affari e degli inganni 🙂

    Mi piace

  4. Lallo ha detto:

    Ho capito, gli ideali di calce e martello e dei soliti noti 🙂

    Mi piace

  5. Andrea Pagliantini ha detto:

    Tutti i giorni si lavora onestamente per frodare la legge direbbe Totò 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...