Unione dei Comuni del Chianti: uno strano comunicato di Pier Paolo Mugnaini sindaco di Radda

Sono oltre due anni che si impone la data dicembre 2014 (legge numero 122 del 2010 degli enti locali) come termine ultimo per l’accorpamento dei servizi e degli uffici di comuni attigui, territorialmente e storicamente affini.
Il sindaco di sotto Vertine, Michele Pescini, da sempre si è speso con le altre realtà amministrative locali per arrivare organizzati ed efficenti (per i cittadini) a tale scadenza, trovando però ostacoli e ritardi incomprensibili negli altri comuni (Radda e Castellina) che ancora non si erano resi conto che i tempi di legge imponevano vincoli ben precisi.
Il Prefetto ha concesso tre mesi di proroga ai comuni di Radda e Castellina che solo in questi giorni hanno portato in consiglio comunale la discussione in merito all’accorpamento di servizi, alcuni dei quali già attivi, come l’ufficio tecnico, la protezione civile, i vigili urbani (Radda e sotto Vertine già accorpati da tempo) il controllo e lo smaltimento di rifiuti.
Un comunicato stampa del sindaco di Radda, Pier Paolo Mugnaini ribalta di fatto la questione e annuncia un unione fra Radda e Castellina sostenendo che sotto Vertine potrebbe venire accolta in un secondo tempo, ponendo di fatto una domanda: ma in questi due anni, quei comuni cosa hanno fatto? Per quale motivo estromettere il comune di buca che da sempre si è speso e fatto promotore di tale iniziativa?
Scaduti i tre mesi di proroga il Prefetto nomina un commissario che a quel punto decide l’organizzazione del nuovo comune unico…. e in quel modo deve essere.
L’unione dei tre comuni del Chianti ha storicamente  senso che venga realizzata, senza campanilismi, beghe e tatticismi interni di partito, che poi è sempre lo stesso in tutti e tre i terzieri.

Questa voce è stata pubblicata in Chianti Storico, Fotografie 2015, italians e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Unione dei Comuni del Chianti: uno strano comunicato di Pier Paolo Mugnaini sindaco di Radda

  1. Laura ha detto:

    Beato che che puoi manifestare liberamente i tuoi pensieri e le tue riflessioni dicendo spesso, molto spesso, le cose come stanno….

    Mi piace

  2. monica ha detto:

    Aspettate dell’altro a rimettere insieme il Chianti prima che sorpassi a destra chi non c’entra nulla con il Chianti!!!!!!!!

    Mi piace

  3. alessandra ha detto:

    Sulla stessa lunghezza d’onda si è svegliata dal letargo anche Castellina 🙂

    http://www.ilcittadinoonline.it/cronaca/provincia/anche-castellina-approva-lunione-dei-comuni-con-radda.html/

    Mi piace

  4. Andrea Pagliantini ha detto:

    @ Laura

    non mi pare di aver detto cose trascendentali o rivoluzionarie affermando che da anni il sindaco Pescini si è speso nel realizzare un comune unico del Chianti e si è speso non poco per non far trovare le aministrazioni sguarnite e impreparate.
    Ciò non vuol dire che io sia organico al PD se dico questo. Anzi, di quel partito me ne sbatto allegramente non dovendo render conto di favori clientelari che mi fanno decisamente schifo fin da quando ero piccino.

    Mi piace

  5. marco ha detto:

    Sono stanco di sentire la parola Chianti riferita ad ogni territorio della Toscana…. cerchiamo di rimettere insieme quello che veramente è il Chianti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...