Il rilievo architettonico del Palazzo del Capitano e Calici di Stelle a Siena

E’ un edifico del duecento quello che ospitava il Capitano del Popolo o della guerra, adiacente all’ex antico Ospedale del Santa Maria della Scala, ristrutturato intorno al 1850 con l’aggiunta della merlatura superiore.
Di proprietà della Fondazione Monte dei Paschi, l’edificio, (il suo splendido cortile interno di pietra a vista e mattoni) nel 2008 ha subito una scialbatura giallina chiara   mentre i mattoni hanno subito un trattamento che li ha fatti diventare color annaffiatoio di una volta. Qui nel cortile, si è svolta la degustazione dei vini dell’Enoclub.
A Siena, negli anni della grande illusione, sono arrivate anche le scialbature.
Piccolo dettaglio che però non incrina la bellezza di una giornata importante che unisce la presentazione del Palio del 16 luglio 2014 con le stelle che cascano, il giro di città della Contrada del Nicchio per la festa titolare, il fresco dei Calici di Stelle suddivisi in quattro settori (Enoclub Siena, Città del Vino e Ais, Consorzio Colli senesi, Fisar) nel momento in cui la città si rabbuia sulla terra in Piazza del Campo, un ottima cena alla Locanda Garibaldi e alcuni vini che meriteranno un approfondimento come il Brunello di Montalcino di Petroso, come il Trebbiano invecchiato anni e anni in botti di castagno dall’Azienda Agraria Casale di Certado, Jazz al Santa Maria della Scala, una rondine.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, degustazioni, Federica, fotografie 2014 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Il rilievo architettonico del Palazzo del Capitano e Calici di Stelle a Siena

  1. laura ha detto:

    Tombola!!!
    Finalmente qualcuno che ha il coraggio di dire che tanti “restauri” sviliscono invece di preservare….

    "Mi piace"

  2. Filippo Cintolesi ha detto:

    Non credevo ai miei occhi.
    Erano anni che non avevo avuto piu’ l’opportunita’ di guardare attraverso quel portone, una volta quasi sempre aperto perche’ sede del dipartimento di matematica.
    Quello che una volta era un gioiellino di pietra da torre grigiastra, anche un po’ scurita dai secoli (che non guasta), arrosito in alto da laterizio un po’ invecchiato e in cui la luce dall’alto dell’entroncino faceva risaltare come in una macchia piu’ chiara la scalinata di travertino, in una sensazione dominante di semioscurita’, di discrezione…ora e’ stuprato da un “restauro” (ma di che?) sciagurato che ha passato su tutto indistintamente una mano di bianco (sic!) e in alto una ridicola tinta marroncino. Il tutto inondato da luce di faretti.
    Allibito per quanto cattivo gusto sia imperante oggi in quel di Siena. Del resto aver visto come e’ stato ridotto San Galgano avrebbe dovuto mettermi il cuore in pace in modo definitivo.

    "Mi piace"

  3. Barbara ha detto:

    Non ero mai entrata là prima di domenica e dall’esterno l’ingresso illuminato dalla tenue luce delle fiaccoline mi aveva fatto presagire un’atmosfera rinascimentale e invece…che delusione. Quel bianco troppo candido e finto al punto da sembrare di stare in una scatola di polistirolo e quei mattoncini tinteggiati di marrone paragonabili alle costruzioni della Lego. Mi chiedo come si possa accettare un restauro così mal concepito; ma una cosa è certa almeno la pietra degli scalini era pietra vera, nuda e cruda, stabile sostegno per qualcuno a cui quel tremendo restauro ha fatto girare la testa 😉

    "Mi piace"

  4. filippo cintolesi ha detto:

    Testa che spero non giri piu’.. 😉
    E’ possibile farsi un’idea dell’atmosfera che c’era prima in quel cortile cercando su google le immagini relative.

    "Mi piace"

  5. Barbara ha detto:

    La testa non gira più…e forse non sarebbe neanche girata se la visione fosse stata come “il prima” del link messo da Andrea 😉

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...