Un’equazione sbagliata: Tavarnelle Val di Pesa + Barberino Val d’Elsa non è uguale a Barberino e Tavarnelle in Chianti

“Una nuova realtà politico-amministrativa, due comunità, due storie fuse in un unico Comune: Barberino Tavarnelle in Chianti. E’ il desiderio e la volontà politica che i sindaci Sestilio Dirindelli di Tavarnelle Val di Pesa e Maurizio Semplici di Barberino Val d’Elsa hanno espresso al termine della cerimonia con la quale il Consiglio comunale di Tavarnelle, presieduto da Giuseppe Guttadauro, ha celebrato 120 anni dalla nascita del Comune chiantigiano”.

Questa è una nota prodotto dall’ufficio stampa dei due comuni e diffusa su vari organi d’informazione, che mi trova in totale disaccordo.
Vuoi che la storia non si allunga e si accorcia a seconda degli interessi e dei comodi di bottega, vuoi che far parte del perimetro di produzione del vino denominato Chianti Classico, non è essere Chianti territorio reale e storico, vuoi che nomi e storie in questo paese sono ad uso e consumo di chi se li piglia….. essendo il paese di Don Abbondio e Azzecca-Garbugli.
Plaudo all’unificazione dei due comuni delle valli di borro, ma che almeno abbiano il buongusto di non mettere la parola Chianti in luoghi che storicamente Chianti non sono.
Greve lo è dal 1972, ma per volontà della regione Toscana, non per storia dei secoli.

Questa voce è stata pubblicata in italians, Porcate e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Un’equazione sbagliata: Tavarnelle Val di Pesa + Barberino Val d’Elsa non è uguale a Barberino e Tavarnelle in Chianti

  1. roberto ha detto:

    Non credo sia opportuno togliere Val di Pesa e Val d’Elsa per mettere “In Chianti”…..

    "Mi piace"

  2. Rossano ha detto:

    Ennesimo errore di quelli macroscopici che non si capisce come possano essere commessi… Barberino VAL D’ELSA e Tavarnelle VAL DI PESA che diventano d’improvviso CHIANTI… che dire è la stessa storia del vino CHIANTI prodotto in tutta la Toscana… come direbbe Fantozzi… “…E’ una cagata pazzesca!!!”
    Continua così la fila di errori che non fanno altro che peggiorare e confondere le cose… a quando la fine di tutto questo? A quando il recupero, vero, dell’identità? Sempre più deuso da una politica (se così si può chiamare) sempre più approssimativa nonchè dannosa per il territorio TOSCANO!

    "Mi piace"

  3. erfe ha detto:

    e perché non fare anche Figline e San Giovanni in Chianti…..ASSURDO!!!!!

    "Mi piace"

  4. Michele Braganti ha detto:

    Cavriglia e’ la porta del Chianti del resto….poerannoi…poero Chianti (vero)….i sindaci dei tre comuni Veri! Del Chianti porterebbero però prendere la palla al balzo e come quelli della pesa…che si sono autoproclamati chiantigiani…i 3 terzieri si potrebbero chiamare castellina,gaiole,radda in ,chianti storico….e gli si va in culo a tutti!!

    "Mi piace"

  5. Daniela ha detto:

    Meno male che c’è ancora qualcuno che ha il coraggio di dire le cose come stanno e quello che pensa.
    Il Chianti in tutta la Toscana è un assurdo storico e una pura confusione vista da fuori.

    "Mi piace"

  6. Rossano ha detto:

    “…Il Chianti in tutta la Toscana è un assurdo storico e una pura confusione vista da fuori…”
    Mai affermazione fu più azzeccata!

    "Mi piace"

  7. Bart ha detto:

    Ma mica sarà possibile fare una cosa del genere?

    "Mi piace"

  8. Andrea Pagliantini ha detto:

    La faranno, la faranno……. i compromessi della politica sono infiniti.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...