Certe mattine di nebbia

Amo la nebbia perchè sa coprire la vista di luoghi quasi inutili come Milano, ma mette in risalto le cime dei castelli e le dorate onde momentane che spazzano nella ciabatta i reticoli delle sgranellature quotidiane quando scappa fuori il primo sole.

Questa voce è stata pubblicata in Federica, Fotografie 2013, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Certe mattine di nebbia

  1. silvana ha detto:

    A Milano la nebbia non c’è (quasi) più, forse non casualmente. Magari ce la siamo tirata dietro fin qui noi milanesi, (figli e cittadini) del mondo, insieme ai soldi guadagnati lì e spesi (inutilmente?) qui. Anche un po’ stufi di sentirci tirati in ballo come se si fosse tutti dei magna magna, venuti in questa terra abitata solo da gente di specchiata virtù e inarrivabile intelligenza.

    Mi piace

  2. silvana ha detto:

    E aggiungo che Milano è piena di bellezze – non è collina – ma la poesia della pianura, con rogge e canali (non più inquinati di altri italici fiumi), delle silenziose abbazie – Viboldone, Morimondo, Chiaravalle, Mirasole, Monluè – immobili tra i filari di gelsi e le pioppete. I canali leonardeschi, le mura spagnole, i castelli (la Lombardia è la regione italiana a più alta densità di castelli), e …

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...