Torta alla cioccolata di Carla

Non capita sovente trovare ricette qua sopra, ma questa torta merita di essere divulgata per quanto è buona.

A bagno maria mettere 150 grammi di burro e 170 grammi da barra di cioccolato fondente amaro ridotto a scagliette, una volta sciolto il tutto aggiungere uno alla volta 4 rossi di uovo.

Mescolare ed aggiungere 180 grammi di zucchero di canna e un pò di mandorle tritate regolandosi ad occhio.
Togliere dal bagnomaria e aggiungere 80 grammi di farina O setacciata, poi montare le chiare e accendere forno a 200 gradi.
Montare le chiare dal basso verso l’alto amalgamandole con il composto.
Imburrare e spolverare la teglia con farina.
Infornare 10 minuti a 200 gradi, poi 180 gradi per 15 minuti poi 5 minuti a 120 gradi.
Spengere e aprire il forno e dopo 5 minuti sfornare e mettere in un piatto.

Questa voce è stata pubblicata in cose buone dal mondo. Contrassegna il permalink.

0 risposte a Torta alla cioccolata di Carla

  1. anna maria ha detto:

    Viene veramente l’acquolina in bocca ma…un pò “complessi” i vari tempi di cottura…d’altra parte le cose super necessitano super attenzione
    Anna Maria

    Mi piace

  2. Silvana Biasutti ha detto:

    gnam: viene proprio l’acquolina, me l’immagino soffice ma ricca…

    Mi piace

  3. Selvaggia ha detto:

    ..roba da leccarsi le orecchieeeee…mmmm….che profumino che arriva dal PC!!
    Ciao Andreaaaaaaaaa!!!
    Selvaggia

    Mi piace

  4. Adelina ha detto:

    E’ vero che dalle foto sembra molto buona, io provo a farla e poi ti faccio sapere. La cottura con i gradi scalati mi incuriosisce, penso che è lì il segreto della sua bontà.

    Mi piace

  5. Dario ha detto:

    Mì, Panezio.
    Ha messo il pelo nuovo, sta bene

    Mi piace

  6. Andrea Pagliantini ha detto:

    I diversi gradi di cottura sono a sentire chi l’ha fatta la scorza friabile esterna e la morbidezza interna.
    Assaggiata la torta facendo a forno normale senza badare alle temperature, buona, ma altra cosa rispetto all’originale…
    Panezio il canguro è in formissima, ha rinnovato il guardaroba e passaggia da buon dendi per gli antichi viottoli e acciottolati..

    Mi piace

  7. Adelina ha detto:

    L’ho fatta ed è venuta una meraviglia. Suggerisco solo di aspettare che la miscela rinfreschi prima di aggiungere la farina, così si evitano i grumi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...