L’uomo che libera il grano

l’uomo che libera il granol’uomo che libera il granol’uomo che libera il grano

Se non l’avessi visto, non ci avrei creduto.

Alle tre del pomeriggio di un  luglio infuocato di sole, con la tecnologia, le macchine e i mezzi moderni che permettono di mietere un’area vastissima in poche ore, ebbene, nel mezzo di quel forno da pane, c’era un uomo che pazientemente, con la calma, la lievezza che possono avere solo chi ha i capelli bianchi e la sa lunga sulla vita, toglieva le erbacce e le infestanti in mezzo al grano, manualmente, un momento prima che la macchina passasse a mietere.

Non so dove si possa rivedere una scena del genere. Di certo quel posto non è nuovo nello stupire chi vi passa, è lo stesso posto in cui alla fine di maggio due cani felici e giocherelloni si inseguivano e combinavano dei superbi cerchi nel grano ancora verde.

Abbiamo anche un pò parlato, ma il succo del discorso me lo tengo stretto e non posso rivelarlo, per una promessa fatta ad uno sconosciuto Uomo che libera il grano.

Questa voce è stata pubblicata in persone. Contrassegna il permalink.

Una risposta a L’uomo che libera il grano

  1. Claudio ha detto:

    Sicuramente ci sarà un motivo per cui quell’uomo raccoglie l’erbaccia a mano.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...