La prima rondine

E’ bello rivederti improvvisamente danzante per aria sopra un’oliveta coperta di colza, stanca del lungo viaggio che ti ha condotto dalla casa invernale al nido delle vacanze estive e dei progetti futuri.
Un fuoco di sentimenti e dolore vederti con il tuo sguardo severo e le fusa che cerchi.
Ci sei in ogni coniugazione del verbo essere, ci sei, in una lacrima di maggio.

Questa voce è stata pubblicata in Federica e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...