Il carretto dello stradino della Villa a Sesta

carretto stradino villa a sesta

Il carretto passava, e quell’uomo gridava…. breccino!!!

Ripulir le fossette, spianare le buche, rammontare le persone cascavano di bicicletta, ma soprattutto dalle prime moto e vespe, sentire e sapere che in un certo tratto di strada ci sarebbe stato improvviso il modo di scambiare due parole o gli sfoghi dello stradino, che non c’era luogo al mondo dove non gli nascondessero gli attrezzi durante la notte.
Solo che alla Villa a Sesta, lo stradino era un privilegiato: nel resto del mondo era munito di una pala e di una carretta, qui di un carretto con l’intestazione del tratto di strada.
Segno che si tratta del percorso del castello di Brolio, privilegio servile nei secoli.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Berardenga, Federica, Fotografie 2021 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...