Le more di Vertine

E’ facile bucarsi le mani quando ti si coglie, come è facile, quando sei parecchio matura, che ti disfi in mano, macchiando di sugo nero le punta delle dita che pare di essere andati a spicciolare il colorino a uso governo.
E tu, che guardi e ridi, piccina come sei, non le arrivi, ma hai la fortuna di essere rondine e con il volo, sorvegli ogni cosa terrena che lambisce un sentimento d’amore.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2020, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...