Il recupero delle viti danneggiate dal gelo

Gelata tardiva nella primavera 2017, gelo intenso (che ha danneggiato pesantemente gli olivi) nel marzo 2018.
Gli effetti sulla varietà coreggiola degli olivi sono noti e ben visibili, sulle viti, i primi segni di difficoltà si sono mostrati con il caldo estivo, con scarsa vegetazione e vigore, corteccia che si staccava dal tronco.
Di fatto, al momento della potatura, molte viti sono con la corteccia staccata, molte altre si sono seccate e la cura, condita di fantasia, è di andare alla ricerca di capi che provengono dal piede, sopra l’innesto, in modo da poter ricreare una pianta produttiva.
Un lungo lavoro di osservazione e ragionamento, taglio di forbici e di seghetto.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, fare vino, Federica, Fotografie 2019, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il recupero delle viti danneggiate dal gelo

  1. Misericordia di Castelnuovo Berardenga ha detto:

    Ringraziamo vivamente la locale sezione soci di Coop Unione Amiatina, che per il secondo anno consecutivo ci ha donato il ricavato della vendita, nei vari mercatini, dei lavori artigianali delle proprie infaticabili donne. Onorati della fiducia accordataci, ricordiamo che il tutto sarà devoluto alla nostra attività di assistenza a famiglie bisognose segnalateci dai Servizi sociali della ASL. Che Iddio ve ne renda merito!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...