Il ghetto di Roma

Il ghetto ebraico di Roma, oggi luogo alla moda pieno di vita quotidiana e notturna, ristorantini, grandi artigiani, set cinematografici come l’ultimo spassosissimo film di Francesco Amato con un Toni Servillo spaziale, ma luogo anche di riflessione e memoria.
Una memoria che ritorna al suono di stivali di cuio sul selciato, braccio armato dell’odio che rastrella gente, bamini, donne, persone anziane e storie.
Improvvisamente, dopo un rapido passaggio, le voci, le genti, gli amori, vengono rapiti anche se, fino a qualche giorno prima, i 50 kg di oro consegnati ai farabutti ariani che dovevano con questi garantire una simil pace alle persone del ghetto, fecero arricchire solo i loro aguzzini.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2017, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...