Cardinali alla vanga in caso di mancato pagamento della tassa sugli immobili ad uso commerciale

A Roma tranne tutto c’è il papa, e da quando è arrivato come successore di Pietro un cardinale proveniente dalla fine del mondo, molti prelati hanno formalmente intestato conti in Svizzera o lo yacht ormeggiato nella Costa Smeralda alla perpetua della parrocchia per non essere presi a pedate nella sottana dall’omino vestito di bianco.

Far pagare le tasse alla Chiesa sui luoghi di culto sarebbe una legge obbroriosa, ma far pagare le tasse su locali dove si svolgono attività commerciali è cosa buona e giusta.
E’ veramente cosa buona e giusta non mescolare le preghiere con il denaro, non far credere che la sentenza della cassazione che impone alle scuole private (in maggior parte gestite dalla Chiesa) il pagamento della tassa sugli immobili è un attentato alla libertà di istruzione.
Libera chiesa in libero stato e quindi nessun attentato alla libertà di mandare i propri figli negli istituti che ognuno desidera. Solo che, se una famiglia decide di mandare un pargolo in un istituto privato, è giusto si paghi le rette e lo stato si dedichi prepotentemente a far funzionare degnamente le scuole pubbliche.

Vescovi e cardinali alla vanga se continuano ad urlare che si tratta di un attentato alla libertà. La libertà viene meno solo se lo stato spranga gli istituti privati o religiosi.

E’ più facile che il culetto cicciotto di un cardinale trovi la seggiola del diametro che lo contenga che un cammello con tre gobbe del PD passi dentro la cruna di un ago perso dentro un pagliaio del Monte dei Paschi.

Questa voce è stata pubblicata in Federica, Fotografie 2015, italians, La Porta di..... e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Cardinali alla vanga in caso di mancato pagamento della tassa sugli immobili ad uso commerciale

  1. Lallo ha detto:

    Sui preti si può scherzare, ma con il PD non prendere confidenza… generalmente sono permalosi e quando c’è bisogno di una firma, di un atto, di un rinnovo ecc. ecc. mettono in atto tutta la loro mancanza di senso dell’ironia facendo infantili ripicche…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...