Montegrossi, gli aragonesi, le palline degli alberi di Natale

Nei primi anni ’80, il pulmino giallo riconduceva i ragazzi a casa dopo una mattina di scuola e più che ammirare le bellezze disposte lungo il solito itinerario quotidiano, premeva la velocità nel chiudere i finestrini arrivati all’altezza della polvere della cava di Montegrossi, dove lo sguardo e i pensieri degli imberbi erano attirati dai milioni di palline di natale rosse scaricate nella scarpata a lato della tramoggia della pietra da lavorare per poi essere interrate.

L’invasione aragonese del Chianti che portò alla distruzione della torre di Montegrossi da parte delle truppe di Carlo V nel 1530 è poca cosa rispetto alla voragine lasciata dalla cava per le attività estrattive e per gli strascichi che sono seguiti prima e dopo la chiusura.
Nel pieno della speculazione edilizia era stato presentato un piano di recupero della cava che prevedeva la costruzione di albergo con tanto di sala giochi. Una piccola Las Vegas nel Chianti.

Salendo alla torre il paesaggio sottostante si apre sul Chianti, su Siena la cui sagoma si vede nitidamente all’orizzonte, sull’Amiata e sulla voragine di cava sopra cui rinascono arbusti  e ginestre fiorite, a cui forse è meglio appaltare il piano di recupero naturale della zona.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Montegrossi, gli aragonesi, le palline degli alberi di Natale

  1. filippo cintolesi ha detto:

    Le invasioni aragonesi del Chianti, sia la prima del 1453 sia la seconda ben piu’ disastrosa di venticinque anni dopo, non c’entrano molto con l’invasione delle truppe asburgiche di Carlo V, avvenuta cinquant’anni dopo la pace seguita alla seconda invasione aragonese (fra l’altro proprio con Carlo V era sparito il regno d’Aragona).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...