Mario Ruoppolo

Tutto il mondo intero è la metafora delle parole che si devono dire a chi è cardiologicamente affine.
E’ quell’insieme di emozioni che procurano pioggie salate e improvvise che neanche il maestrale che sbatte nei lenzuoli tesi ce la fa ad asciugare.

Un mare in burrasca che si infrange sulle vigne e i binari di girasoli e quando si ritrae lascia molli e spettinati ma mai domi al ricominciare a cercare gli occhiali nel pampane dei giorni.
Il vino è la poesia delle terra diceva Mario Soldati, le rondini quella del cielo dice Geppetto di Collodi con l’anca ingessata e tre costole rotte con la mutua che non  passa le medicine perchè non è mai riuscito a trasformare le teste di legno di sorbo stanno in parlamento in agili burattini.

Questa voce è stata pubblicata in campino e olio, Federica, fotografie 2014, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...