Elezioni comunali 2014

Fare il sindaco di questi tempi è la parte più a ridosso dei problemi e della realtà e probabilmente è anche la parte più cristallina e nobile della politica se fattà con lealtà, spirito di sacrificio, testa e una dose di sentimenti.
Lo schieramento politico a livello di paese in fin dei conti non ha un grandissimo rilievo, non si cambiano i destini del mondo o se ne spostano gli equilibri amministrando borghi di qualche migliaio di anime.
In questo caso hanno una rilevanza importante le persone e la loro storia umana prima che professionale e politica.
La zizzania nei paesi di buca cresce spontanea e rigogliosa e già soltanto l’essere onesti presuppone avere mezzo mondo addosso e i fucili degli opinionisti da panca puntati alle spalle solo per il gusto di sparare su un bersaglio.
Anche nei piccoli centri esistono collusioni e cupole di potere che condizionano carriere, assunzioni, chi deve lavorare e chi deve costruire senza neanche tanto riguardo verso vincoli, leggi o atti burocratici.
Non è necessario apparire, basta stare un passo o due dietro la scena e muovere marionette o pedine di uno scacchiere che condiziona la vita di persone e la salubrità e bellezza di un paesaggio vilipeso da camionate di cemento e oscenita di ogni tipo il tutto per qualche dollaro in più.

A qualsiasi latitudine questo ha tutti i tratti e i connotati per essere definito un sistema mafioso.
Un sindaco e un amministrazione locale hanno il polso della politica delle piccole cose che passano dai pulmini o dall’asilo dei piccini, alla pulizia dei giardini, all’assistenza agli anziani: in breve essere un punto di riferimento per chiunque.
Ma un sindaco ha anche il dovere morale e fondamentale di preservare e non far disintegrare o falsificare il territorio che amministra.
La bellezza e il paesaggio nella provincia di Siena, unite alla qualità dei prodotti di eccellenza assoluta dell’agricoltura, smuove turisti e attenzione da ogni arte del mondo.
Ed è per questo che un sindaco deve difendere assolutamente il vilipendio e lo snaturamento del territorio che amministra (piscine, ampliamenti, annessi, abusi edilizi di ogni tipo, capanni di lamiera indegni, cipressi in ogni dove e taglio di piante secolari) e se l’agricoltura è il settore di principale valore, i diserbanti, i trattamenti a base di napalm, le cantine che spuntano come funghi (come se la qualità del vino dipendesse dalle finte volte a travicelli di una cantina di cemento e non dalla salubrità dell’uva) dovrebbero essere calmierate a norma delle leggi vigenti.
Fantasia, cultura, bellezza, eguaglianza di trattamento fra il grosso gruppo che porta soldi e il pensionato che coltiva l’orto.
A forza di mescolare soldi con la politica c’è il grosso rischio di diventare mastelliani e in provincia di Siena ne sono campioni.

Questa voce è stata pubblicata in Chianti Storico, Federica, fotografie 2014, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Elezioni comunali 2014

  1. ester ha detto:

    Ben detto!!!!

    Mi piace

  2. antonella ha detto:

    Ti vorrei sindaco dalle mie parti Andrea, ma con la tua onestà e senso di appartenenza e difesa della bellezza su cui da sempre ti adoperi……… finiresti per fare una brutta fine.
    E’ meglio se rimani ad incazzarti e difendere Vertine da squali e farabutti di ogni tipo…

    Mi piace

  3. Andrea Pagliantini ha detto:

    O se per una volta ci pensasse chi di dovere e non il sottoscritto a difendere i sassi e la nostra terra da ogni pirata locale o che arriva?
    Sono stanco di fare il Partigiano del Paesaggio controvento!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...