Paolo Virzì nella Berardenga

Era il 20 luglio del 2008, per la rassegna “Cine e Chianti”, che arrivò nell’allora viva e aperta Villa Chigi Saracini, il regista livornese Paolo Virzì, a cui era dedicata l’intera manifestazione.
La sera precedente, sempre alla Villa, si era svolto l’incontro con la bravissima attrice siciliana Isabella Ragonese, protagonista del film “Tutta la vita davanti”.
Nel tardo pomeriggio del 20 luglio, giunse a Castelnuovo Paolo Virzì in un completo bianco leggero con panama dello stesso colore, accompagnato dalla di lì a poco futura moglie Micaela Ramazzotti.
Alle ore 21, l’incontro del pubblico con il regista a cui seguiva la proiezione del film “Io e Napoleone”.
Solo che capitò un inconveniente: la Ramazzotti ebbe un mancamento e furono costretti a far giungere sul posto un’ambulanza, ma non poteva passare perchè la ztl del centro storico era coperta di macchine.
Il sindaco di allora, conscio della figura azotata che stava montando e del ritardo nell’assistenza che poteva essere data alla giovane attrice, tuonava e malediva quelle macchine lasciate nel mezzo da suoi maleducati concittadini e avrebbe pensato lui a risolvere celermente la questione.
Sono passati ben tredici anni, ma Paolo Virzì non ha rimesso piede a Castelnuovo, in compenso, nel centro storico, da quel momento, si sono succedute ogni giorno, decine di medelli di macchine a seconda dei gusti o delle possibilità dei maleducati che non hanno mai smesso di lustrare con l’olio da motore perso sulle lastre, l’araldica civile del borgo.

Questa voce è stata pubblicata in andrà tutto bene, Arte e curtura, Berardenga, Cartoline dalla Berardenga, Cinema, Etruscany, Federica, italians, La Porta di....., persone e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Paolo Virzì nella Berardenga

  1. ken loach ha detto:

    Articolo strepitoso e ennesima figura di m…. garantita 🙂

    "Mi piace"

  2. claudio ha detto:

    E le macchine come sempre da tutte le parti!!!

    "Mi piace"

  3. castellano ha detto:

    Tutta gente che ha male ai piedi e vuole parcheggiare in casa, bisognerà dire al comune di fare una scala mobile anche per chi sta ai piani più alti per dormire trenta secondi in più la mattina!!!
    Che manicomio di paese che è.

    "Mi piace"

  4. Pingback: La Berardenga e la ztl negli altri comuni senesi | Andrea Pagliantini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...