La Pievina nel maestrale

La Pievina, frazione cretosa di Asciano, dove la potatura degli ulivi pare fatta da una squadra di lanzichenecchi in vena d’ironia.
Piccolo borgo antico e agricolo dove la preghiera era più una litania di accidenti al cielo per via dell’argilla inospitale a qualunque seme, che lo sterco di pecora, rilasciato dalla nascita di pochi e stentati fili d’erba, ha contribuito a rendere fertile.

Una parte di suolo una volta marino, con una crosta dura che pareva suolo lunare.
Poco distante da qui, le lacrime per i sassi sparsi e i calcinacci della Badia a Rofeno, franata e mai più risollevata da imperizie umane.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Etruscany, Federica, Fotografie 2021, italians, La Porta di..... e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...