Villa a Sesta, stinto anche il cartello

villa a sesta cartello stinto

I residenti di questo squillante e resistente borgo della Berardenga, si lamentano da tempo del fatto che ci sono edifici pericolanti, (la cui vista è stata recenetmente coperta con dei cannicci) arredi urbani deteriorati, la chiesa, nella quale (dal tetto e dalle gronde) si infiltrano pericolosi rivoli di acqua piovana.
Uscendo dal paese, in direzione ignota come da cartello, si va verso il vuoto, il niente, l’infinito di Leopardi, il San Martino di Ungaretti o il Chiticaca di Orbetello.
Cartello stinto, illeggibile, con le indicazioni dei borghi successivi di uno splendido azzurro turchese e con la Villa a Sesta (un tempo barrata di rosso) ridotta a un pallido rosato di idee e sentimenti languidi come pirandelliani violini d’autunno in cerca d’autore.

Questa voce è stata pubblicata in Berardenga, Etruscany, Federica, Fotografie 2021. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Villa a Sesta, stinto anche il cartello

  1. midolla ha detto:

    A stare al cartello, dopo la Villa a Sesta c’è il blu dipinto di blu 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...