La svinatura del canaiolo ringhiante e funghi vari

Profumo del bosco e profumo di cantina, uva a fine fermentazione che scroscia nel vaglio e si libera di carbonica, foglie del bosco che macerano, sotto le quali, al chiaro di luna, si innalzano funghi da cogliere.
Il fresco del vino nuovo, un canaiolo ringhiante da domare e il sentore del fungo fritto, spine dorsali del mese di ottobre di ogni anno normale.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, fare vino, Federica, Fotografie 2020, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...