Il Chianti che aspetta la vendemmia e L’Eroica

Vasco freme e non sta più nei pedali, cerca in tutti i modi di entrare nella muta da ciclista eroico dell’anno precedente e sospende per qualche tempo la speciale dieta in bianco con base di rigatino e soppressata, concentrandosi sui fichi.
Teo non se la piglia e giace nei mattoni freschi all’ombra, mentre Pasqualino, munito si seggiola si siede a ore in contemplazione davanti ai suoi filari di sangiovese, guardando il sole che carezza l’uva e sentendo il grado zuccherino che aumenta.
Poco più avanti, nelle vigne giardino della Tenuta Perano, è tutto un raspare: una corsa contro il tempo per sfogliare l’uva e metterla al sole, farla asciugare in caso di intemperie, con eolatico movimento dell’aria.
A sole appena alzato l’arrivo di un gruppo di ciclisti bolognesi, meravigliati dal fatto di aver trovato un indigeno a piedi che fa il turista a casa propria.

Da qui a ottobre, il Chianti è pronto a incendiarsi in una mattanza spropositata di colori.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2019, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...