La puntura delle api

E’ credenza popolare che le punture delle api siano propedeutiche per la cura dei reumatismi, infiammazioni, borsiti e faccia bene al cuore.
Il veleno dell’ape, noto anche con il nome di apitoxina, è composto da acqua, acido formico, acido cloridrico, acido fosforico, melittina e acido amminico, la cui trasformazione enzimatica dell’organismo produce una sostanza tossica che si chiama istamina.

Una sostanza che ha potere di sciogliere il sangue stimolando il funzionamento del cuore.

Gli apicultori sono immunizzati contro le punture perchè il corpo è addestrato a reagire ed è accertato il fatto che queste persone non soffrano di dolori reumatici.
La terapia dell’apipuntura da sollievo a diverse patologie come artrite, sciatica, nevrite, gotta… e la ricerca scientifica sta verificando applicazioni di veleno d’ape per l’Alzheimer.

Se a questo si aggiunge la vita che donano con l’impollinazione, il fascino del loro agire, la bontà del loro lavoro che si trasforma in cera, miele, propoli, pappa reale, bisogna anche mettersi in testa che questi insetti vivono in simbiosi con un ambiente pulito, il primo ingrediente per vivere tutti bene.

Questa voce è stata pubblicata in Campino e miele, Fotografie 2013 e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a La puntura delle api

  1. Bene allora contro l’Alzheimer dalle punture che ho preso negli annali di giardinaggio dovrei essere a posto 😉

    "Mi piace"

  2. Laura ha detto:

    Generalmente dove ci sono tante vigne intensive le api non vivono bene o non vivono affatto.

    "Mi piace"

  3. Mammamsterdam ha detto:

    sono le vespe che odio

    "Mi piace"

  4. Daniela ha detto:

    Olio, miele, paesaggio, cultura…. vita.

    "Mi piace"

  5. silvana biasutti ha detto:

    E’ vero: mi hanno curato la schiena con iniezioni sottocute di apis qualcosa. Ora è proibito perché può scatenare allergie anche fatali.
    Però le api, che meraviglia, che bestioline straordinarie… che bontà di succhi, filtri, pozioni, grandi creature. Ho camminato grazie al loro …veleno!

    "Mi piace"

  6. Monica ha detto:

    …un po’ la sapevo quella delle punture ma non approfondita così addirittura con tanto di descrizione scientifica! Ora che son certa della cosa anzi dell’Apipuntura quando mi blocco mi faccio portare fin costì o cerco qualcuno dalle mie parti che abbia un’arnia a portata di puntura!
    Certo son fortunate le tue api casetta palafittata vista oliveta, mica da tutte!
    Sono davvero affascinanti, starei ore a guardare questi esserini fenomenali che instancabilmente partono dalle loro arnie, liberi e leggeri per tornare carichi di polline con le zampe pesanti tutte gialle e bombate; instancabili e simpatiche..operose e meticolose, in un continuo andirivieni che è gioia per gli occhi!
    Poi se capita un pizzico …che dire ….tutta salute!!
    Ciaooooooooo!

    "Mi piace"

  7. silvana biasutti ha detto:

    Addendum:
    contro dolori articolari e menate varie, vale l’ortica, che quando d’estate a gambotta nuda ci capiti, per sbaglio, in mezzo, tiri una madonna: invece la mia nonna curandera mi diceva di lasciare che il rossore compisse il suo ciclo, perché era tutta salute per le giunture…

    "Mi piace"

  8. Bante ha detto:

    Lo sciame d’api è un animale solo. Un animale multiplo, una tigre gentile.

    "Mi piace"

  9. Andrea Pagliantini ha detto:

    Capita spesso che mi metto li davanti alla loro cuccia e le osservo andare e venire come fossero aerei atterrano su una portaerei, con la differenza sostanziale che portano polline nelle zampette e non ordigni all’uranio, impoverito come le menti di chi li ha inventati.
    Stamani c’era una nebbiollina fina e faceva fresco. Nessuna di loro ha messo il capo fuori.
    In serata clima piacevole ma cielo grigio e aria umida, un’ora di sole, quel tanto che basta per vedere le api spazzine che portavano fuori dalla cuccia delle palline arancioni.
    Se la puntura delle api fa bene per i dolori reumatici, dovevo cascare dentro un’arnia da piccino.
    Dario mi segnale che in Svizzera hanno istituito una cattedra universitaria che si occuperà della ricerca e della cura degli alveari……… sono vispi gli svizzeri

    http://www.rsi.ch/ultimora/?ntz=145438

    "Mi piace"

  10. Ma i pizzichi di vespa? Quelli cosa prevengono? Perchè è più facile ricevere una puntura da una vespa che da un ape!

    "Mi piace"

  11. Andrea Pagliantini ha detto:

    Dico la verità, non lo so’ anche se considero le vespe molto infide.
    L’ape ti pizzica per difendere il miele e la casa e muore dopo la puntura, la vespa invece pizzica per immobilizzare le prede e mangiarle.

    "Mi piace"

  12. andrea ha detto:

    soffro di artrosi , sono caduto da un altezza di tre metri fratturandomi dieci costole
    clavicola tutta frantumata polmone bucato , tutta la parte sinistra. a due anni da quell’incidente non riesco a muovere il collo per i dolori sino a giorno 4- ottobre in una
    battuta di caccia alla lepre , sono stato aggredito e punto da una decina di api al braccio e al collo , dolore , prurito per oltre una settimana, da domenica 11 ottobre
    riesco a muovere il collo e non sento dolore , solo poco , e possibile che siano state le api, da oltre due anni che non si sentivo cosi bene, sicuro farò un altra terapia . grazie

    "Mi piace"

  13. Giuseppe CASCONE ha detto:

    Terapia con le api, dove praticarla ?

    "Mi piace"

Rispondi a Andrea Pagliantini Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...