Pedalare e camminare nel Chianti d’autunno

Prima che le foglie caschino e il freddo si faccia pungente, ci sono gli ultimi scampoli di campagna inzuppata di colori da ammirare, sperando che il terreno umido delle ultime pioggie e la temperatura in assetto costante permettano di friggere qualche fungo gentile e porcino.

Le foglie delle viti del Castello di Meleto: il giallo sangiovese e il porpora alicante bouchet, sono solo un istante breve di un territorio più ampio che fra nebbie mattutine e colori si aprono agli spiragli di sole, permette di camminare o pedalare in mezzo a paesaggi silenti, emozioni come il mare colore del vino quando non c’è nessuno.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2015, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...