Il diserbante sparso nei vigneti del Chianti Classico

L’erba arancione ai lati del piede delle viti nei filari non è un effetto cromatico creato dai volontari delle varie Pro – Loco per rendere più attrattivo e diversificato il paesaggio, ma è l’effetto della pratica del diserbo chimico messo in atto da varie aziende del Chianti Classico per contenere la crescita dell’erba nei vigneti.

L’Environmental Protection Agency (EPA) ha stimato negli Usa un impiego di ben 750.000.000 chilogrammi di glifosato nell’annata 2006/2007.

In Italia è difficile reperire dei dati ma dall’ARPAV, ad esempio, sappiamo che nel 2007 nella sola provincia di Treviso sono stati impiegati 55.000 chilogrammi di Glifosato ed 8.000 chilogrammi di Ammonio-Glufosinato.

Secondo recenti studi della Prof.ssa Monika Krüger dell’Università di Lipsia, il glifosato provocherebbe irreversibili modifiche genetiche agli animali di allevamento (bovini e suini soprattutto) su cui sono stati condotti gli studi. Gli studi hanno dimostrato una correlazione tra l’alta tossicità del glisofato utilizzato per la disinfestazione dei campi e le svariate e gravi malattie riscontrate negli animali (nei suini queste si presentavano come malformazioni della spina dorsale e del muso; nei bovini invece si riscontrava una disfunzione della regolare deambulazione e infezioni diffuse delle zampe posteriori). Tali risultati scientifici sono stati presentati in televisione nel corso della puntata “Tote Tiere – Kranke Menschen” (“animali morti, uomini malati”) andata in onda sul canale franco-tedesco ARTE il 31 marzo 2015.

Di vino, politica economica e diserbo parlava pochi giorni fa su “Il Cittadino” Silvana Biasutti.

Questa voce è stata pubblicata in Chianti Storico, Etruscany, fare vino, Fotografie 2015, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Il diserbante sparso nei vigneti del Chianti Classico

  1. ringo ha detto:

    Se le aziende danno il diserbo mica sarà sempre colpa dei cignalai?????

    Mi piace

  2. Andrea Pagliantini ha detto:

    No, in questo caso i cinghialai non c’entrano niente, il diserbo lo danno le aziende agrarie… non tutte, sia chiaro.

    Mi piace

  3. silvana biasutti ha detto:

    Il diserbo lo danno gli ignoranti e gli stupidi.

    Ignoranti perché non sanno che è più che fortemente sospetto di essere cancerogeno (non lo dico io e nemmeno qualche aspirante terrorista: lo dice lo IARC, istituto europeo per la ricerca sul cancro).

    Stupidi, per la stessa ragione di cui sopra, e perché non si accorgono che le vigne trattate con il diserbo fanno una figura di merda (complimenti per il paesaggio).

    Giusto per chiamare cose e persone con il nome che si meritano.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...