L’Eroica 2014 nel ricordo di Gino Bartali e Alfredo Martini

Ben 5608 partenti nel centenario della nascita di Gino Bartali che di strade bianche e di salite nella sua vita ne ha viste parecchie, specie quando faceva l’eroe senza dir nulla e portava i lasciapassare per gli ebrei sulla rotta Firenze – Assisi durante l’occupazione tedesca.Nel ricordo di Alfredo Martini recentemente scomparso.
Il giorno dopo la buca appare quasi irreale, resta l’eco di persone gonfie di allegria e di stanchezza fra scorci di bellezza ondulata e sempre diversa che offre il territorio della provincia di Siena.

Rimane qualche gazebo, si torna al vuoto, la guazza della notte avvolge tutto e rimangono gli opinionisti delle panchine e le donnine della messa delle cinque a dare le pagelle (a chiunque) a una giornata che è stata la più bella Eroica mai vista dal punto di vista organizzativo con i ragazzi di ogni età della Racchetta che svettano altissimo.
In quelle strade bianche dove ieri suonava la musica di tubolari sopra al breccino, oggi si riaffacciano trattori colmi di uva da fermentare e ruote tassellate dei talebani a pasturare i cinghiali.
Intanto il marchio Eroica è stato venduto dai sette soci fondatori a Brooks Ltd, Selle Royal e al riminese Alberto Gnoli, amministratore delegato del Consorzio Bike Hotels.
Speriamo a questo punto che non dilaghino le varie Eroiche nel mondo, comprese L’ Eroica Sud, delle moto, dei trattori, delle ranocchie con le carriole o di alberghi inventati o eretti in fretta cemento e furia per accogliere i ciclisti che, è bene ricordare, se sono qui è per la bellezza dei luoghi, non per il cemento iniettato.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, fotografie 2014, La porta di Vertine, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a L’Eroica 2014 nel ricordo di Gino Bartali e Alfredo Martini

  1. rebecca ha detto:

    Mio fratello quest’anno ha corso L’Eroica e dal suo racconto pensavo che stesse esagerando nel descrivere la bellezza del paesaggio, mentre da queste foto comprendo lo spirito che anima l’iniziativa e gli scorci dentro cui è immersa.

    "Mi piace"

  2. Alan Brenton ha detto:

    This is me…walking home with a split back tyre 😦

    "Mi piace"

  3. gionni ha detto:

    Mona…. ma sempre all’ultima maledetta salita ti devi mettere a fare le foto??? 🙂

    "Mi piace"

  4. Andrea Pagliantini ha detto:

    Certo che si, è il posto più bello in assoluto quella salitina poco distante dall’arrivo 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...