Una Balilla amaranto bordolese da matrimonio

Anche i matrimoni, sono lo specchio dei tempi e del degrado morale e culturale che solca il paese, tanto da far apparire “semplice e modesto” anche quello di Connie Corleone nel primo Padrino.
Fanno tenerezza i ricordi di briciole di pane o zucchero nel letto degli sposi o il giro dei confetti, con le nonne sedute ai lati che succiano gaudenti.
Sfarzo impregnato di cattivo gusto e berci da stadio, finchè, una mattina per caso, una coppia dagli occhi limpidi si ritrova alla cattedrale di San Giovanni Valdarno nel giorno di mercato per il proprio Si, pronunciato davanti al prete, senza sfarzo ma con una eleganza e un garbo di modi rari.
Davanti la chiesa uno splendido esemplare di Fiat Balilla 508 amaranto, granata, cremisi, bordolese vinaccia, attende gli sposi alla fine della cerimonia.
Una Ferrari, un gippone, una qualsiasi macchina attuale, lì davanti, sarebbe stato un certificato di marrana esistenza, mentre quella piccola Balilla tirata a lucido, non stonava e ben si incastrava con il contesto della piazza e della chiesa.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Etruscany, Federica, Fotografie 2022, persone e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...