La ghianda di quercia

ghiande di quercia

Tanta la ghianda cascata in terra quest’anno, di leccio, (più piccina),come di quercia, da dare ai maiali, ma senza esagerare, per non farli incalorire, beccata dalla ghiandaie e dai colombi per ingentilire la cacciagione più ostica e cocciuta, pasto da cinghiali marrani dopo aver depredato i boschi dalle castagne e dai marroni.
Eppure una risorsa che ora si soffia via dai viali e dalle strade: i tedeschi si erano adattati a tostare e tirarci fuori una specie di caffè, molti nei poderi a farci una farina, che dal colore pareva pane nostrale. Attenzione a che non ritorni una risorsa.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2020, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...