Potare una vigna al secondo anno

Le viti, specialmente quelle nuove, prima vengono potate e prima ripartono a vegetare, per cui, considerando le bizzarrie del clima e le cime ancora imbiancate dei colli circostanti, si sono viste le forbici addosso in questo periodo per evitare improvvise, quanto letali gelate.

Ridotte ai minimi termini e amputate sotto al filo di cortina per sei/sette occhi in  modo da fortificare il tronco e creare, con la vegetazione, un ventaglio, ai lati del paletto di ferro, da cui si vedranno scivolare i primi grappolini di sangiovese e di canaiolo.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, fare vino, Federica, Fotografie 2019, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...