L’opera di Fabio Zacchei in ricordo di Luciano Berruti

Essenziale, come la traduzione in ferro dell’immaginazione e dell’ispirazione del fabbro in rime di ventricoli, Fabio Zacchei.
Poco distante dal suo famoso gallo che accoglie chi arriva, a due chilometri dalla rondine piccina di Vertine, una bicicletta molto particolare, con una giberna davanti, il manubrio di legno, le ruote piene stavolta non di gomma, ma di ferro, è appoggiata a una colonna, come a dire: “arrivo subito, mi riposo un pochino, una pisciatina e riparto”.
E’ questo il tributo dell’Eroica alla memoria di Luciano Berruti, il ciclista baffone attaccato sui pedali, il cui ricordo è stato cadenzato nella commozione di Giancarlo Brocci, del sindaco Michele Pescini, del martello e parole di Fabio Zacchei, delle carezze amorevoli della moglie a quei baffoni metallici.

Fonte: Il Cittadino –  Radio Siena TvIl Gazzettino del Chianti

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2018, persone, Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...