La balena bianca di Bagni San Filippo

Uno sguardo sull’Amiata, ultimo perno della Toscana meridionale, la montagna verde abbracciata dall’azzurro del cielo, presente e dominatrice in ogni momento.

Questa è una montagna ricca di acqua, una montagna che bolle:Bagnore, Bagnolo e Bagni San Filippo, con le sorgenti di acqua calda.
Il Fosso Bianco di Bagni San Filippo, dai locali chiamato “la Balena Bianca”, una sorta di Moby Dick di calcare che appare d’improvviso davanti agli occhi da lasciare senza fiato.

Una parete bianca, linda, che piangeva di continuo acque sulfuree, piena di rughe scavate dal tempo che le davano l’aria di chi la sapeva lunga.

“Appetiti Estremi” di Stefania Pianigiani e Sabrina Somigli, ARA Edizioni

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2016, Italia Nostra, La finestra di Stefania, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...