Gaiole vuole adottare via Gaiole a Roma

michele-pescini-sindaco-eroico-3

Non sono più i tempi di Spartaco e neanche quelli di Targhini e Montanari, del satiro Pasquino, del sindaco Nathan del “non c’è trippa per gatti” e di Saffi, Armellini e Mazzini, di Goffredo Mameli o dalla floreale brezza Porta Pia suonata dalla carica della tromba del bersagliere senese Niccolò Scatoli o dei sonetti di Fabrizi o di Trilussa.
Neanche sono i tempi di quel profumo di mosto in ebollizione delle giunte Petroselli e dell’urbanista Antonio Cederna o dello storico dell’arte Giulio Carlo Argan o le poesie balistiche di Paulo Roberto Falcao.

Stasando lo spurgo del tempo dei vent’anni che almeno avevano un architetto in gamba e con uno stile (Piacentini) i gargarismi di acqua santiera, le galoppate insane del Freddo e del Teribbile, dei franchi evangelisti e degli sbardellati o delle più recenti suburre delle vie di mezzo, ecco che ti esce la timida Virginia Raggi, che si trova a sedere sulla punta di un vulcano da innaffiare con la gomma dell’orto.
Via Gaiole in Chianti a Roma versa in condizioni di degrado e il sindaco del paese del Chianti (Storico) Mischele Pescini, scrive una lettera alla collega per chiedere se può dare una mano nella gestione onorevole della via e per invitare la collega stellata nella piana guazzosa di ottobre in occasione dell’Eroica e bere insieme un bicchiere di sangiovese.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Etruscany, Federica, Fotografie 2018, italians, La Porta di....., persone e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...