Un volo di rondine a piede libero sulla neve morbida si scioglie

Quando ti diranno che t’ho dimenticata,

e anche se sarò io a dirlo,

quando io te lo dirò,

non credermi.

Pablo Neruda

Torna liquido lo zucchero a velo paesaggistico di questo fine settimana e il candore diventa mota da pesticciare e suono di borri colmi d’acqua che vanno a riempire i torrenti.
Il freddo disinfetta i campi e rende preziosi i chicchi di grano riposti nella madia del nido di fronte al camino. Il gelo interiore appanna gli occhiali alle rondini frettolose.

Questa voce è stata pubblicata in Chianti Storico, Federica, Fotografie 2015, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...